Chiesa del Carmine

Monumenti

È ciò che resta del complesso conventuale del Carmine eretto agli inizi del XVII secolo per volere della nobile famiglia dei principi Caracciolo, Signori di Avellino.

Sull’altare maggiore della chiesa – oggi sconsacrata -, è ancora possibile ammirare una lastra marmorea raffigurante il principe Marino II Caracciolo in abiti guerreschi mentre volge lo sguardo orante verso la Madonna con Bambino. Di fronte a lui, vi è raffigurato suo fratello Maurizio, il quale prese i voti nell’Ordine dei Teatino col nome di Fra Tommaso.

La struttura conserva, altresì, una pregevole statua in marmo raffigurante Santa Teresa attribuita a Cosimo Fanzago, artista di spicco del Barocco.

Al centro del soffitto a cassettoni, infine, si può ammirare una grande tela dipinta nel 1747 da Michele Ricciardi, che rappresenta l’incoronazione della Vergine con ai piedi la principesca corte dei Caracciolo.

Altri monumenti

Menu